venerdì 12 gennaio 2018

Retrofilm: La Notte senza legge (1959)

Film low-budget, girato in bianco e nero, inizialmente ignorato dalla critica, è stato decisamente rivalutato in seguito. Basato su un racconto di Lee Wells, diretto da André De Toth, con Robert Ryan, Tina Louise, Alan Marshal tra gli altri, è una sorta di noir western, davvero pregevole. Colonna sonora (piuttosto coinvolgente) di Alexander Courage)


Risultati immagini per la notte senza legge


In una città di frontiera del Wyoming, una allevatore e un coltivatore sono in guerra. Arriva in paese una banda di ex militari a movimentare la scena e ne succedono di tutti i colori. E ovviamente, sullo sfondo, una storia d'amore struggente e impossibile. Il film è senza dubbio un precursore del genere western-crepuscolare, ovvero quei film che trattano la fine del mito del west, e sicuramente ha ispirato molti film italiani sul tema. La neve e il freddo staticizzano la narrazione e gli conferiscono una tragicità tipica dei racconti della frontiera nord, amplificando la tragicità di alcune situazioni.
Bravi gli interpreti, calati perfettamente nei loro ruoli con un Ryan in forma smagliante (nella vita, fiero oppositore del maccartismo). Frase del giorno: E' un lusso avere molti scrupoli, nel Wyoming. Film psicologicamente notevole è senza dubbio una storia avvincente per quanto un po' troppo concentrata nel paesino teatro della vicenda. Comunque da seguire e da (ri) vedere su Internet.


Risultati immagini per la notte senza legge

Nessun commento:

Posta un commento