mercoledì 23 maggio 2018

La partitocrazia non dice mai la verità e voi non sapete neanche dove cercarla

Dopo aver assistito ad una vergognosa campagna elettorale, dove per convincere la gente ad andare a portare acqua con le orecchie al sistema italiota si sono inventati veramente di tutto e di più, ora è possibile ascoltare le analisi degli sconfitti a questa tornata elettorale con altrettanto disgusto e senso del ridicolo. 

Chi ha vinto si trova davanti ad una montagna: nella dittatura UE, costringere il dittatore ad abbassare le penne. Gli altri, gli sconfitti, sono impegnatissimi nel dire quel che secondo loro li ha portati a perdere le elezioni ma ovviamente senza dire mai la verità. Perché la verità è sempre quel che lor signori temono, al di là di guerre, pestilenze e devastazioni. 

La verità non va detta mai. E allora, chi ha perso, torna a calare dal cilindro sfondato di una politica devastante, il potere strabordante di grandi colossi di Internet, il declino costante e ormai quasi completo della classe media italiana ed europea, e in definitiva le regole del gioco che sfuggono dalle mani delle masse e della democrazia partecipativa e sembrano volare verso le mani di chi, veramente, controlla il mondo da dietro una tastiera. Ma dài... Tra poco, non sarà solo Tremonti a parlare di Illuminati e Nuovo Ordine Mondiale. 

Proprio la Sinistra continentale, che a questo proposito registra ritardi epocali, dovrebbe ricordare quel che scrivevano negli Anni 70 le Baader Meinhof (terroristi rossi che insanguinarono la Germania e non solo) che se la prendevano principalmente a livello ideologico con banche e multinazionali e con la convinzione che il Nazismo non fosse propriamente estirpato in patria. Il terrorismo è stato combattuto dagli stati nazionali con una ferocia pari a quella dimostrata dai terroristi, ma portata con i guanti bianchi di una democrazia, che allora era concentrata nel difendere bandiere e confini e che dimostrava la sua violenza peggiore con le guerre di conquista portate in altri continenti, dopo aver tentato pari conflitti nel continente di casa con le due Guerre Mondiali. Quel che volevano era rafforzare il controllo interno ovviamente a spese di altre masse popolari che un tempo costituivano grande rifornimenti di braccia per lavorare a cura degli schiavisti, e dopo dovevano garantire senza fiatare lo sfruttamento delle risorse interne a paesi eternamente in via di sviluppo.  

Un mare di sangue in confronto al quale, i delitti dei terroristi (compresi quelli che hanno fatto la storia, come i Carbonari e i Garibaldini in Italia) sono solo rivoli di sangue. Ma l'agenda di chi controlla veramente il Pianeta, doveva cambiare. Il Mondialismo garantiva un controllo ancora più completo della situazione. Se non altro perché sacche di partecipazione popolare attiva si registravano proprio con le istituzioni nazionali come in Italia e Francia. 

Le costituzioni che i popoli avevano ottenuto con altrettanto sangue versato, erano considerate un ostacolo. E sono state abbattute. La Troika europea è paragonabile agli States americani, il modello e la filosofia di base sono identici. Il potere è identico nelle sue mille manifestazioni. Si finanzia con il controllo dei capitali, con il monopolio dei commerci e la sottomissione di quei piccoli e vergognosi conigli che sono operanti e farneticanti nelle classi politiche e nei media dei vari stati. Utilizza, questo potere, le valute come un'arma (basti pensare ai mille guasti dell'Euro ma anche del Dollaro) senza dimenticare la vecchia tattica a base di bombardamenti quando c'è da mettere le zampe sulle risorse in mano ai dittatorelli locali.

Quel che conta per loro è un continuo accumulo di ricchezze dal basso verso l'alto (ovvero i forzieri nascosti di stati sovrani e appunto grandi colossi internazionali) per finanziare, ricordatelo bene, quel che noi non vedremo e non sapremo mai. Non è la ricchezza individuale che cercano. Sono già ricchi oltre ogni immaginazione. 

E quando li vedete litigare, divisi da Occidente e Oriente del pianeta, non dimenticate mai, invece, quando li vedete allegramente collaborare. Come quando sono alle prese con il cosiddetto Spazio esterno al Pianeta. Non dimenticatelo, per capire con chi avete a che fare. 

E' un gioco talmente sporco ed evidente che sfugge persino allo sguardo di miliardi di persone. Che oltre a non saper guardare quel che vedono, non riescono neppure a pensare. Questa, la prima e più grande vittoria di lor signori, e gliela riconosciamo tutta.


Risultati immagini per città bombardata

Nessun commento:

Posta un commento