domenica 17 giugno 2018

Beyond Skyline: fantascienza a go go ma poca intelligenza

Film horror-fantascientifico del 2017, diretto da Liam O'Donnell e interpretato da Frank Grillo, Bojana Novakovic, Iko Uwais tra gli altri e sequel del film Skyline (2010). Stavolta, la storia inizia con una dei protagonisti che, in barella, viene medicata in un pronto soccorso dall'aspetto un po' inusuale. In realtà la storia si sviluppa intorno un poliziotto fuori servizio che va a tirare fuori il figlio un po' troppo turbolento da una cella. Tornano a casa in metro e inizia l'invasione dallo Spazio. Senza neanche la restituzione del biglietto. E quindi una misteriosa luce cattura (è proprio il caso di dirlo) l'attenzione dei poveri umani, tirandoli su verso l'alto tipo raggio trattore. Un bel problema e infatti muovendosi nei tunnel della metro, i pochi sopravvissuti riescono a comprendere la radici del problema e organizzare una disperata resistenza.

Risultati immagini per beyond skyline

Disponibile per la piattaforma Netflix, il film segue la falsariga di questo genere di produzioni: dialoghi ridotti al minimo, azione, azione, azione ancora e personaggi che hanno il carisma di un pelapatate. Non che gli avversari di turno, alieni che sembrano un incrocio tra un calamaro e una pulce, siano meglio. Ma, se non altro, basta prenderli a fucilate e tornano ad essere un po' più trattabili. E comunque, sarebbe il caso che cambiassero dieta dato che si nutrono di esseri umani.

La storia va avanti così, e mentre gli scontri con le forze ostili provenienti dallo Spazio si intensificano, la noia aumenta di conseguenza. Film che sembrano fumettoni riescono indigesti allo spettatore medio e fanno rimpiangere i classici degli anni d'oro della fantascienza. si può e si deve fare di più anche se qualche trucco non è poi così male.

Risultati immagini per beyond skyline

Nessun commento:

Posta un commento