lunedì 21 gennaio 2019

2019: l'anno del contro-Mondialismo

I latrati dei mondialisti, europei e non, dimostrano sofferenza ma anche arroganza di ritorno. Si sono, i professoroni e gli intellettuali così presenti nei giornali e nelle televisioni, scandalizzati nell'ordine: delle enormi difficoltà elettorali, politiche ed economiche dei paesi che hanno letteralmente fabbricato il mostro chiamato Unione Europea; della conferma, a est della UE, dello zar Putin, loro naturale nemico; l'elezione, evento veramente a loro fatale, di Trump, ovvero un tizio che non vuole fare la guerra a Russia e Iran, come invece pretendeva di fare la sua rivale elettorale; e infine, la sconfitta definitiva e tombale di PD e Forza Italia nelle elezioni italiane. 

Come ricorderete, i due partiti si sarebbero quasi inevitabilmente alleati, se non fossero miseramente crollati, battuti a destra dalla Lega e a sinistra, o così si può riassumere, dal M5S. In politica e in sociologia, vale la legge dei liquidi, che tendono sempre a occupare lo spazio maggiore. E così fanno i flussi elettorali a sinistra, orfani di partiti e movimenti che si sono votati al mondialismo più spinto, e si sono puntualmente dimenticati di tutelare studenti, lavoratori e pensionati; e i flussi elettorali di destra, orfani delle mancate promesse liberali di Berlusconi e dei suoi amici, che all'improvviso si sono ritrovati a dover fare i conti con la peggior burocrazia politica di stampo nazionalsocialista made in Troika senza poter elaborare una strategia di rivalsa; entrambi i bacini di voto più consistenti in Italia, hanno chiaramente premiato la figura di Salvini e la voglia di ribaltare tutto dello schieramento, molto più variegato e instabile, dei Cinquestelle. 

Lega e Cinquestelle non sembrano, certamente, la soluzione ai mali che affliggono l'Italia e per quanto ci riguarda, l'Europa. Troppo ondivaghi tra rinunciare a Troika ed Euro, e  invece elaborare un modello alternativo definitivo, la cosiddetta Nuova Europa che Salvini e Di Maio sognano dopo le elezioni che ci aspettano. Elezioni, tra l'altro, che rinnoveranno un parlamento che non conta nulla, non dimentichiamolo mai. Nella UE comandano Commissione Europea, Banca Centrale Europea e Fondo Monetario Internazionale, la cosiddetta Troika. 

Ma le Elite che compongono di fatto la cupola di potere chiamata Nuovo Ordine Mondiale, e che hanno ordito tutte le trame dai Saggi di Sion in poi, sono costituite in partenza da un gruppo ristretto di personaggi che fanno capo, più o meno alle maggiori famiglie economiche che dominano la Terra, dalle maggiori religioni, con a capo il Vaticano e soprattutto i Gesuiti, con l'inclusione fondamentale di una rappresentanza di personaggi provenienti da altre civiltà, definibili come aliene. 

Il programma di queste Elite è chiaro e caratterizza l'idea stessa di mondialismo detto anche Nuovo Ordine Mondiale: uno stato unico ed unificato, governato da un potere centrale sempre più intangibile e incombente, dove un'apparente libertà universale procede invece verso un controllo totale della cupola di potere. 

Per far questo, il vecchio ordinamento, specie in Europa e negli USA, doveva da una parte crollare. E per quanto riguarda le Americhe, trionfare definitivamente. Nel tempo, i democratici americani sono stati letteralmente acquisiti alle logiche del NWO. E i capi ex comunisti e socialisti italiani, sono andati a scuola, da costoro, negli Stati Uniti. Il verbo e l'azione dovevano essere comuni. E per quasi vent'anni, ci sono riusciti.

Ma l'oste, truffati i clienti, non ha fatto il conto con l'aceto. Il vino spacciato per buono non solo faceva girare la testa, ma tendeva palesemente a inacidirsi.

Le misure sociali ed economiche messe in atto dalle Elite sia in Europa che negli States, si sono rivelate disastrose non solo per le masse di poveri ma anche per la vecchia classe media che rischia tuttora di precipitare verso il ceto inferiore soprattutto economicamente. 

Ricorderete la famosa misura dell'aumento degli 80 euro renziani: era il dichiarato scopo di premiare la classe media, ormai all'ossigeno a causa della tassazione terrificante applicata dai mondialisti per costruire soprattutto l'UE. 

Ma ha recentemente incarnato bene la protesta chi diceva che era tutto sbagliato, a cominciare dalle misure del Governo Monti, la miglior espressione nostrana del mondialismo. 

In Europa, invece, quel che ci ritroviamo è un rinascere delle vecchie destre che maggiormente si rivelano assonanti con la nostalgia dei sovranismi, pur senza riuscire a intercettare completamente la gran parte dei sovranisti che provengono dalla vecchia sinistra e dalle anarchie ma non hanno riferimenti elettorali. 

Ad un certo punto, Grillo ha intuito queste esigenze, cercando di modulare i Cinquestelle per intercettare questo voto sovranista di sinistra senza riuscirci completamente, per poi diventare il conservatore che sappiamo oggi (clamorose le decisioni di separare il suo blog da quello dei Cinquestelle e ancor di più la firma pro-vax insieme a Renzi).  L'Italia, oggi, si divide il voto geograficamente: la spaccatura è persino trasversale, con Salvini che sfonda anche nelle tradizionalmente ostiche lande meridionali.  Del resto, i danni compiuti dalla precedente partitocrazia sono stati terribili. Si tratta di territori, specie al Sud, in completa sofferenza dove i disoccupati e i pensionati si contendono alloggi, il poco lavoro che ancora resiste e il sussidio statale con i nuovi poveri, incarnati dai migranti. 

La fase che seguirà la reazione popolare, non solo in Italia, ai guasti sociali ed economici del mondialismo, sta per compiersi, con la generale affermazione delle vecchie destre e i vari tentativi delle sinistre di trovare riferimenti validi senza avere guide tra le schiere degli intellettuali. I pochi che filtrano dalla censura operata dai principali servi delle Elite, i mezzi d'informazione, sono lasciati a esempio di mera rappresentanza di protesta. 

Quel che stiamo per vedere è la risposta di pancia alle sofferenze inflitte dai micidiali piani delle Elite per costruire il Nuovo Ordine Mondialea cominciare dai gilet francesi. E come al solito, perderemo la moneta reale, che non conosce inflazione:  il tempo.

Risultati immagini per nwo

sabato 19 gennaio 2019

Anunnaki il film mai finito...



Rispetto questo trailer, è necessario aggiungere qualche spiegazione. il film è risultato, forse, effettivamente scomodo perché narra troppo bene dell'Interferenza Aliena compiuta dagli Anunnaki e che la Bibbia, del resto, racconta abbastanza chiaramente. Altre immagini sono pittoresche: scordatevi il globo terrestre: non esiste. E probabilmente, gli alieni atterrati all'epoca sulla Terra provengono da altre dimensioni dello Spaziotempo o, al limite, da altre regioni all'interno di una Terra piatta e ferma.

venerdì 18 gennaio 2019

La crisi dello Spaziotempo

Siamo per la scienza alternativa, le ricerche di frontiera e gli esploratori solitari. Ovvero per quel che ci nascondono, mentre fanno finta, o vogliono davvero, spiegarci cosa siamo e quando lo siamo. 

Ma i fisici quantistici hanno il vizio di sorprenderci sempre. Forse, sono i veri pionieri sospesi tra la scienza cattedratica e la vera conoscenza. Partono tutti dalla Relatività di Einstein, solo per allargarne i confini a dismisura, distorcerla, e adattarla a concezioni veramente sorprendenti. 

La cosiddetta Relatività Ristretta fu pensata nel 1905 da Einstein e serve per spiegare la struttura quadridimensionale dell'universo: lo Spaziotempo (o cronotopo). Esattamente: le quattro dimensioni formate dalle tipiche tre spaziali (lunghezza, larghezza, profondità) oltre alla temporale: il tempo. Praticamente lo scenario che comprende ogni fenomeno fisico. 

Pensate a quando un calciatore calcia la palla per far compiere all'oggetto pallone una parabola verso la porta, il tutto inserito in un ben determinato momento della partita. come descrivere un simile evento tramite la fisica se non con lo Spaziotempo? Serve, insomma, un calcolo che comprenda un'equivalenza tra spazio e tempo. I punti di questo calcolo sono definiti eventi (un fenomeno che si verifica in una certa posizione spaziale e in un certo momento). Ogni singolo oggetto presente nell'universo influisce quindi sullo Spaziotempo e quindi comporta, per i fisici, quattro dimensioni (tre spaziali e una temporale) necessarie a descriverlo. 

Beninteso, quel che cerchiamo noi di rendere comprensibile alla logica, è, in fisica, dimostrato con calcoli matematici. Prima di Einstein, spazio e tempo erano considerati, generalmente, entità separate.  Ma ora, la fisica Quantistica, procedendo dalla Teoria di Einstein, pensa lo Spaziotempo come assenza di sistema di riferimento privilegiato e per ogni evento nell'universo, si distingue unicamente il punto di vista di un'osservatore. 

Gli spettatori di quella famosa partita, dove il nostro calciatore sta/ha effettuato il tiro e che affidano alla loro capacità di percezione la traduzione pratica dell'evento che la Fisica vuole dimostrare.  La percezione diretta di un evento è quindi solo un calcolo immediato e semplificato dell'evento stesso. 

E per quelli che non stanno vedendo la partita, come potranno mai considerare il tiro del nostro calciatore? Dovranno, per i fisici,  pensare all'Altrove assoluto, un insieme di eventi che non appartengono al loro presente o al futuro o al passato. 

E mentre il nostro amico, scaglia il suo tiro, si verificano una miriade di altri eventi: uno spettatore che lo sta guardando, sospira pensando ad un bel gol; un tizio che a casa, non lo sta guardando ma segue la radiocronaca, starnutisce perché sta usando il pepe in cucina. Entrambi stanno vivendo il medesimo momento partendo da un'osservazione (percezione) completamente lontana e differente. 

Eppure sono inseriti nel medesimo momento, se pensiamo al tempo quale punto di descrizione di quell'evento. 

Per la Fisica quantistica tale contemporanea gamma di comprensione di diversi testimoni di un singolo evento, si deve poter calcolare e quindi dimostrare. 

Dal nostro punto di vista, il tutto, evento e suoi testimoni/osservatori/percettori sono in questo caso specifico, calcolati tramite la percezione diretta. 

Ecco perché, gli esseri umani, altro non sono che semplici calcolatori della realtà che li circonda e risolvono automaticamente l'immensa concezione di complicatissimi e specifici calcoli necessari a far funzionare la Realtà, che i fisici quantistici pretendono di descrivere per esempio tramite lo Spaziotempo. 

La nostra vita in questo piano riassume una capacità di comprensione e descrizione immediata di quel tiro effettuato dal nostro calciatore. I sensi lo percepiscono senza intervento di misuratori matematici o fisici e i linguaggio di uno di loro lo rende disponibile per la telecronaca o radiocronaca e quindi allarga tale percezione, o la descrizione di questa, a miriadi di altri testimoni/osservatori/percettori. 

Se è vero che l'universo o realtà percepibile da noi è un'insieme di programmazioni simultanee, è possibile cercare di percepire e calcolare tale insieme di eventi solo mediante percettori/calcolatori in forma senziente. 

Senza di noi, lo Spaziotempo non ha senso compiuto e quindi non esiste. O non esiste per noi.

 Matrix non esiste senza di noi. almeno per noi. In un certo qual modo, noi siamo il vero motivo di Matrix, almeno dal nostro punto di vista. Siamo solo cavalier serventi?

Esistiamo solo per rendere testimonianza di Matrix?

Risultati immagini per matrix

Il racconto della fine dell'Italia

Vogliamo essere molto chiari, e persino brutali. Non ci piacciono troppo le storie rassicuranti perché nella nostra esistenza, di rassicurante c'è ben poco oltre l'amore e la misericordia di altri esseri umani. 

Del resto, abbiamo iniziato questo blog, tanti anni or sono (era un'altra piattaforma, quella di Virgilio) con l'intento di raccontare quel che vediamo. Infatti, si unirono a noi altri viandanti, i ragazzi (all'epoca li chiamavamo così) di Volo Nero, che avevano intenzione, come noi, di narrare eventi e testimonianze molto scomode (o almeno così dicevano loro) per il Potere. Bene, decisero di eclissarsi verso il 2012, che doveva e poteva sancire la fine del mondo come lo conoscevamo. 

Non li abbiamo più letti (il nostro rapporto era esclusivamente epistolare) e di loro resta un blog non più aggiornato. Ma il cambio della realtà come la conoscevamo, c'è stato. Non la Fine del Mondo, come qualcuno temeva nel 2012, eppure un mutamento notevole della vita di tutti noi. Sta cambiando il livello di vibrazione molecolare della Terra nella dimensione che ci ospita e di molti abitanti della nostra Terra, intesa come porzione di una superficie che non conosciamo interamente. 

Il grande inganno della Terra come pianeta roteante nello Spazio sta crollando. La nostra umanità si è in realtà sviluppata, esattamente come pensavano gli antichi, su una superficie piana, circondata dai ghiacci altissimi dell'Antartide, che precludono lo sguardo, e il viaggio, verso l'Universo intorno. Sopra di noi si erge una cupola magnetica molto forte, che nessun umano, o strumento umano, ha potuto attraversare né con vettori, né con razzi, e tantomeno con le decantate sonde che NASA e ESA affermano di aver inviato in ogni direzione. 

La cupola non si può superare; ed anche superando la cupola, ci sono forze esterne che la nostra tecnologia non è in grado comunque di vincere. Le Fasce di Val Halen ne sono esempio calzante. L'esplorazione della Luna del 1969 non è mai avvenuta e tanto meno sono avvenuti i viaggi millantati dai Sovietici prima o l'assurdo viaggio verso la faccia nascosta della Luna da parte dei Cinesi, ora. All'epoca vi mentirono così come mentono oggi, spudoratamente e senza tema di pagare tali menzogne. 

Lo scopo di queste balle spaziali è distrarre legalmente ingenti fondi per le presunte operazioni fuori da un pianeta che non c'è, e nel contempo continuare con la bugia del pianeta che rotola in uno spazio vuoto all'interno di un Sistema Solare simile. Mentono spudoratamente come per tantissime altre situazioni a partire dalla mai dimostrata Legge di Gravità. La curiosità generale, tra l'altro, si sposterebbe verso quei confini terreni ghiacciati dai quali non è concesso guardare oltre.  

La religione è un insieme di miti e fandonie create ad arte, nei millenni; la narrazione della scienza contiene più bugie ed esagerazioni di un talk show televisivo ed ovviamente la cronaca diffusa dai media di regime, non lesina altrettanto marciume etico ed ideologico. 

Un calcolo approssimativo di  quel che viene spacciato come vero e reale dai testi cattedratici, e invece non lo è, a nostro avviso consiste nel 50% di quanto descritto. E forse il calcolo va intenso per difetto nella percentuale di bugie che ci raccontano. 

Più che Matrix, se volessimo fare un paragone con la finzione cinematografica, dovremmo ricorrere al Truman Show, film epocale non per quel che racconta ma per quel che svela.  Tramite la finzione cinematografica, così come la letteratura, è stato raccontato molto di vero e qualcosa di verosimile. 

Nelle serie televisive, per esempio, X-File è stato davvero importante per accrescere la consapevolezza degli spettatori su alcuni argomenti di parapsicologia quasi vietati alle masse da parte della censura organizzata.

E questo lungo preambolo serve però ad annunciarvi cosa intendiamo nello scrivere il titolo del post. l'Italia sta finendo come realtà geografica ma anche come società e stato sovrano.

I nostri figli forse ma più sicuramente i nostri nipoti e pronipoti, conosceranno un paese diverso sia geograficamente che inteso come realtà giuridica, economica e sociale.

Una classe politico-partitica devastante sarà il boia di questo povero paese.

Ne parliamo con grande amarezza perché di queste cose abbiamo sempre trattato sul blog che state leggendo. Ed ovviamente non è servito alla pubblica opinione. Non abbiamo riscontri da nessuna parte, social compresi, per questi motivi: diciamo la verità. La verità è sempre e comunque scomoda.

Racconteremo perché l'Italia sta finendo e cosa accadrà in futuro. E non perché possiamo prevedere il futuro in senso parapsicologico appunto;  in realtà ormai abbiamo imparato a capire, da come si muovono le Elite, cosa intendono fare alla lunga e magari quel che sono obbligate a fare. 

Seguiteci e ne saprete di più.

 Risultati immagini per ponte di genova 

giovedì 17 gennaio 2019

Complotto o non complotto, stiamo cambiando?

Le trasformazioni climatiche alle quali stiamo assistendo, pongono una serie di interrogativi correlati al principale: qualcuno è in grado di trasformare o almeno influenzare il clima di una parte della Terra? Oppure, ciclicamente, la nostra Terra è influenzata naturalmente da queste trasformazioni? 

Sappiamo, o crediamo di sapere, che durante gli ultimi 200 milioni di anni, molte di queste trasformazioni hanno letteralmente spazzato via moltissime specie animali e vegetali terrestri e marine. Quindi, in un certo senso, la domanda di cui sopra apparirebbe pleonastica. 

Eppure, molti di noi sostengono che talune influenze umane e non, sono in grado e in effetti stanno modificando il clima e persino il pianeta o la sua inclinazione in un piano spaziale. Quindi, seppure in un periodo di tempo molto superiore a quello che storicamente possiamo ricordare e considerare, influenze di tipo naturale hanno e stanno modificando il clima e la nostra Terra, e ovviamente il tutto si ripercuote sulla vita e l'estinzione di moltissime specie animali e vegetali, è da considerare cosa sta accadendo da parte di umani o alieni che siano in grado d'intervenire positivamente o no a riguardo. 

E' questo il dibattito pubblico che comprende le scie chimiche, il Progetto Haarp, gli esperimenti nucleari sotterranei, i vari tentativi d' influenzare lo sviluppo umano tramite sostanze inserite in medicinali e vaccini. Il tutto, tra l'eterno concerto di voci favorevoli al cosiddetto complottismo, e chi fa parte della censura organizzata con il solo scopo di negare qualunque argomento che possa disturbare il Controllore. 

Doverosamente stiamo assistendo, e riportiamo, la presenza di veri e propri reticolati di scie, chimiche o no, nei cieli di tutta Italia. Doverosamente, riportiamo quanto, del famigerato Progetto Haarp, dicono i divulgatori sulla nocività, dal 1992, di tale progetto del Dipartimento della Difesa Statunitense, coordinato dalla Marina e dall’Aviazione, denominato HAARP (High-Frequency Active Auroral Research Program) che sarebbe il cuore vero e proprio del più vasto – e ben più noto – programma di “Guerre Stellari”, avviato nei primi anni Ottanta sotto le amministrazioni Reagan-Bush; parimenti, doverosamente riportiamo quanto si sta compiendo, in modo pacifico e diffuso scientificamente tramite le sperimentazioni note a tutti e in modo del tutto illegale e criminale per quanto praticato nei campi di sterminio in tempi di guerra e di pace su cavie umane riguardo il tentativo di modificare il DNA a scopi prevalentemente militari o medici. 

E dato che questi ultimi esperimenti ci sembrano i peggiori e i più nocivi in assoluto, vale la pena di ricordare quanto sta facendo Il National Institutes of Health degli Stati Uniti, dove dal 2016 è stato iniziato il primo studio (dicono loro) su esseri umani che utilizzerà una tecnica genetica denominata CRISPR a scopi terapeutici. Si vorrebbe utilizzare questa tecnica per cercare una cura efficace contro il cancro. Sta a vedere che poi, magari del tutto casualmente, si potrebbe anche sperimentare qualcosa di diverso. 

Sta di fatto, che esperimenti non autorizzati sulla genetica umana furono condotti dai Nazisti e anche dall'Unità 731 dell'esercito giapponese. E' vero che più che altro, in quest'ultimo caso, si cercarono armi batteriologiche efficaci. Furono, a quanto sappiamo, sottoposti a vivisezione uomini, donne, bambini e neonati. Il tutto, nel sacro nome della Scienza. 

Con questa scusa si pulivano la coscienza i militari, i tecnici, i biologi, i chimici e gli ausiliari che operavano in quei laboratori.  E la stessa scusa hanno sempre utilizzato chi collaborava, ha collaborato e collabora con gli esperimenti che non conosceremo mai, i peggiori perché protetti nel segreto di basi sconosciute.

Del resto, è quanto asseriscono gli addotti sotto ipnosi, e tutti ci dicono che sotto ipnosi non si può mentire. Ma molti governi, e i loro complici nei media, mentono eccome. Basta filtrare accuratamente le notizie che provengono da varie fonti, seppure ci sono e qualche testimone riesce a scampare alle triste sorte che lo attendeva.

Siamo nelle mani di chi informa, prima ancora di chi sente la libertà di praticare qualunque apporto alla scienza/conoscenza umana e in qualsiasi modo. 

La pietà è la grande assente di tali studi e di troppe ricerche finanziate dalle Elite. Dovremmo prestare la dovuta attenzione a tali nefandezze. E invece, lasciamo alle fiction da cinema e televisione il compito di diffondere allarmi e denunce.

Si rischia meno a descrivere certi argomenti tramite la narrazione di film e telefilm. Ecco perché qualche produzione fuori dal coro ha tanto successo. Inconsciamente sappiamo che certe notizie sono vere anche se mascherate da racconti gialli, noir o horror. Magari ,qualcuno, più sfortunato, ci lascia la pelle come il povero Brandon Lee... Il nostro inconscio non sbaglia mai.

 Risultati immagini per brandon lee il corvo